Vieni a trovarci: siamo in Via 1° Maggio 20 - 60131 Ancona

Coworking Blog

Quanto ti senti un “professionista libero”?

Pubblicato il 11/05/2015 da Aguida Ibtissam
Quanto ti senti un “professionista libero”?

Eccoci ancora una volta a parlare di “professionista libero”: come mai tanta importanza e rilevanza verso questa tematica?

La società contemporanea, cosi dinamica e in continua evoluzione, ha portato il libero professionista ad aver bisogno di sentirsi libero da vincoli di orario e luogo, di scegliere se accettare o meno un lavoro, ma soprattutto la sua libertà sta nell'assenza di schemi e gerarchie, che gli permettono facilmente di fare squadra ed avviare lavori in condivisione di risorse.

Da qui la nascita del Coworking, uno stile di vita lavorativo che consiste nel condividere uno stesso spazio di lavoro, da parte di professionisti provenienti da settori e nazionalità diversi.  

E’ un nuovo modo di lavorare che punta sulliniziativa individuale, sulle competenze, sul saper fare e sulle idee che possono nascere dal confronto e dallo scambio di conoscenze.

A chi di noi non è mai capitato di tornare a casa stanco dal lavoro, dopo un’ intera giornata di appuntamenti con i clienti, e trovarsi a dover lavorare a progetti o preventivi nella propria scrivania di casa, in mezzo al baccano dei figli e le continue richieste della propria moglie o marito, e sentire il bisogno di un proprio spazio in cui riuscire a concentrarsi?

Oppure avere la necessità di un luogo tranquillo in cui riunirsi con il proprio gruppo di lavoro, che non sia il solito bar?


Per alcuni lavorare a casa può essere certamente comodo, ma il rischio potrebbe essere quello di non riuscire più a separare "il tempo del lavoro" dal "tempo del piacere" e, di conseguenza, non riuscire a rilassarsi e... neppure a lavorare!

Se ci siamo abituati ad usare il tavolo della cucina come scrivania, non dovremmo sorprenderci del fatto che non riusciamo a  “sconnetterci” dalla tensione lavorativa e vivere momenti di piacere: avere una postazione di lavoro fissa ci faciliterà nella gestione del nostro tempo, così come trovare uno spazio condiviso o organizzare un nostro ufficio.

La necessità di uno spazio adeguato, unito al bisogno di poter sviluppare la propria individualità professionale e mettere a frutto le proprie competenze, è un altro punto fondamentale per lo stile lavorativo del “professionista libero”: libero di esprimere le proprie idee e di condividerle con altri professionisti creando nuove sinergie e perchè no, anche nuovi progetti.  

All’ interno di uno spazio di coworking possiamo respirare questo senso di "libertà" già nel momento in cui arriviamo: spazi tranquilli, colorati, friendly e ospitali, che ci mettono subito a nostro agio e ci stimolano a fare nuove conoscenze.

La bellezza di questo spazio sta anche nell’incontrare altri professionisti come noi, che operano in ambiti differenti dal nostro ma che stanno perseguendo i nostri stessi obiettivi: lo sviluppo di nuovi progetti, la propria crescita professionale e (perchè no?!) la riduzione dei costi del proprio spazio di lavoro.


Ma non dimentichiamoci che  il coworking è fatto di persone, qui possiamo lavorare senza schemi ne gerarchie, ma comunque mantenendo la nostra individualità professionale, immersi in un’atmosfera in cui tutti sono sullo stesso piano ugualmente protagonisti del proprio lavoro.

In ultimo, e non per ordine di importanza, lavorando in coworking c'è la possibilità di confrontarsi con diverse professionalità (magari durante un break!), di sviluppare nuove idee, aprire nuovi orizzonti lavorativi ed esplorare settori fin’ ora poco conosciuti o considerati.

Tutto questo è il Coworking! 

Valore delle persone, delle idee e competenze, degli ampi spazi di lavoro, delle relazioni e naturalmente della condivisione! 

Non ti resta che PROVARE! ;)